December 17, 2021

Categoria: Recensioni

Tempo di lettura: 1 min.

Dopo un periodo di digiuno dai film Marvel, i nostri sono ritornati in una nuova avventura. Il protagonista è Spider-Man di No Way Home, ultimo capitolo della saga sul ragazzino che spara ragnatele e che, questa volta, si trova in grossi guai. Già, perché l’avevamo lasciato con la sua identità rivelata a tutto il mondo. E così Peter Parker, con l’aiuto del Dottor Strange, cerca una soluzione che si rivela essere peggiore del problema.

Tanta azione, battute, momenti commoventi, dramma e molte sorprese fanno di questo nuovo capitolo un momento fondamentale nell’arco narrativo del nostro Peter e non solo, perché non si tratta soltanto del capitolo risolutivo di questa saga, ma di un film che tira le fila anche dei precedenti. Inoltre dopo il tono scanzonato dei due precedenti, questo si apre a una maggior maturità del protagonista. Si parla di perdita, di vendetta, di memoria.

Ottimi anche i cattivi di turno che sono degli attori che definiremmo pezzi da novanta: Alfred Molina, Jamie Foxx, Willem Defoe, ecc… I fan della Marvel gioiranno, ma anche per tutti gli altri saranno due ore e passa a un ritmo vertiginoso che non lascerà delusi. Infine, sappiate che è davvero molto bello vedere interagire il burbero dottor Strange con quel pischello del ragazzo ragno e dei suoi amici.

Marysun

Exclusive Content

Be Part Of Our Exclusive Community

Become a Patron

STORE

merch

20% Off All Merch